top of page
  • 作家相片Giancarlo Zecchino

Un episodio divertente che mi è successo in Italia...

已更新:2023年10月14日


All'Antica Pizzeria da Michele a Napoli abbiamo comprato una pizza Margherita da portare via, perchè lì era pieno di persone. Non avevamo tempo per aspettare, e quindi l'abbiamo mangiata appena trovato un posto dove sederci sulla strada. La pizza più buona della mia vita... E così la cosa più importante da fare a Napoli, l'avevamo fatta, ed eravamo felici! Ora dovevamo prendere il traghetto per la Sicilia...


Il traghetto era molto grande come un castello, ma con un odore da fabbrica. C'era da aspettare che prima entrassero molti camion, autocarri e autocarri-cisterna. Siamo saliti sull'ascensore con una famiglia italiana. In realtà non era un ascensore, ma un montacarichi. La famiglia italiana era arrivata al loro piano, ma la porta dell'ascensore non essendo automatica, era molto pesante. Nessuno di noi riusciva ad aprirla. La mamma della famiglia italiana ha detto qualcosa molto arrabbiata. Lei non è riuscita ad aprire la porta e neanche il nonno italiano, nè mia sorella, nè mia madre, e nemmeno io! Eravamo imprigionati... Improvvisamente qualcuno da fuori ha aperto la porta, e la famiglia italiana è uscita: libertà! Solo noi eravamo ancora chiusi dentro. Con la mia mano che trasportava ancora la scatola con dentro due pezzi di pizza, ho girato con forza la maniglia, ma non sono riuscito ad aprirla. Appena ho comiciato a dare calci alla porta, un impiegato anziano l'ha aperta, fissandomi severamente con uno sguardo inespressivo. Mia madre gli ha urlato in inglese: "DOOR NO OPEN! SO HEAVY!".


"Caspita!" - Abbiamo detto allo stesso tempo appena ho aperto la porta della camera del traghetto. Era spaziosissima con la vista di Napoli di notte. C'erano due letti grandi e un bagno, quasi come una camera d'albergo. Abbiamo fatto una passeggiata e goduto la brezza del mare sul ponte del traghetto. Che relax! Il traghetto navigava lentamente. Quando la costa era sempre più lontana, ho continuato a guardarla. Mi ricorderò la vista bellissima di Napoli, con i molti traghetti grandi, Castel dell'Ovo e il Vesuvio più lontano. Buonanotte e ci vediamo Napoli!


Ci siamo alzati alle 5 di mattina del giorno successivo. Ho aperto la tenda e ho scoperto che all'alba il mare e le nuvole nel cielo erano molto nere come l'inchiostro. Poi la forma di un'isola è apparsa lentamente come per magia. Ho sentito l'annuncio dagli altoparlanti. Buongiorno Sicilia!


Abbiamo fatto la fila davanti all'ascensore (questa volta non era un montacarichi per fortuna... ). Da buoni taiwanesi, ci siamo messi il più vicino possibile all'entrata, così da poter uscire per primi. Ma quando l'ascensore è arrivato al piano terra, appena la porta si è aperta siamo stati storditi...

Il piano terra era pieno zeppo dei camion, autocarri e autocarri-cisterna della sera prima, ed erano tutti con il motore acceso. Anche se era un parcheggio, ci è sembrato di essere ad un incrocio con traffico intenso. C'erano solo piccoli cunicoli tra gli autocarri. Abbiamo avuto paura di morire. "Non andiamo! Torniamo indietro subito! È troppo pericoloso!"- ha urlato mia sorella. Ma il rumore era troppo forte, mia madre non ha sentito niente, ha abbassato la testa e ha continuato a camminare verso l'uscita. Io e mia sorella non avevamo altra scelta, l'abbiamo seguita come tre topolini smarriti con le valigie. Oddio! Che Dio ci benedica!

Piu tardi un impiegato ci ha visto. È trasalito e ci ha accompagnato subito all'uscita. Finalmente eravamo fuori! "Siamo sopravvissuti! Grazie a Dio!" Ci siamo rallegrati. Ma perchè eravamo come tre rifugiati?

Abbiamo guardato indietro. Tutti i passeggeri erano ancora ad aspettare rilassati al terzo piano del traghetto e ci guardavano affacciati dall'alto. Non siamo riusciti a vedere la loro espressione facciale, ma è come se avessimo sentito che dicevano: "Da dove vengono questi tre sciocci? Così imbarazzati! Così imbarazzati!"

In questo momento, un autocarro è passato davanti a noi e nel rombo ha alzato una folata di polvere...

 

這篇文章的作者是蔡耀德,一名優秀的義大利文學生。你也想練習你的義大利文寫作嗎?

作文寫完之後,你想交給江書宏老師修改嗎?歡迎你注冊Siali Academy官網,就有權限留言。在留言中寫上你的作文,老師會儘快幫你修正!文章訂正好後,就會登在本部落格上!

你也像蔡同學一樣在義大利旅行時遇到了很好笑的事嗎?歡迎你留言分享你的經驗!

132 次查看3 則留言

3 Comments


Tsai Ian
Tsai Ian
May 14, 2023

Mi piacevo fare una passeggiata all'alba nella città e paese storico durante i viaggio in l'italia. Anche se avevo ancora voglia di dormire molto, riuscivo di alzare alle 6 e uscire fuori. Che difficile. Ma appena uscivo, ne vale la pena.

A Venezia, ci sono sempre molti turisti tutti i giorni, ma all'alba tutta la città era tranquila. C'era quasi nessuno, e come se era centi o mille anni fa. Le gondole riposavano in porto. Sentivo solo il suono di marea. I gabbiani pilotavano sulli torri medievali. Che bella vista eterna. Ho incontrato una donna cinese sulla via. lei sono attirata dalla vista come me, e ha stato concentrando a fare una foto della vista. Non ha stato attento che…


Like
Tsai Ian
Tsai Ian
May 16, 2023
Replying to

Bene! Grazie! lo aspetto!

Ma c'e una problema di grammatica qui: li hai "usati", perche non e "usato"?

Penso che e il passato prossimo di usare...

Like
bottom of page